Nazionalismo e vecchi merletti

Il nazionalismo , all’epoca della costituzione dell’Unione europea, è la soluzione o il problema?

Dice Mario Draghi, governatore della Banca centrale europea, nel suo intervento al Forum on Central Banking Sintra :
“Le politiche strutturali e cicliche, compresa la politica monetaria, sono fortemente interdipendenti. Le riforme strutturali accrescono sia il prodotto potenziale sia la tenuta dell’economia agli shock e pertanto assumono rilevanza per ogni banca centrale, soprattutto in un’unione monetaria.
Per i paesi dell’unione monetaria la capacità di tenuta è cruciale per evitare che gli shock generino una disoccupazione durevolmente maggiore e, nel tempo, una divergenza economica permanente”.”Ma soprattutto – riporta Il Messaggero –  Draghi punta il dito contro le resistenze di quei governi nazionali che guardano con sospetto all’integrazione economica e di bilancio”.Nel frattempo la Banca d’Inghilterra studia l’ipotesi Brexit, cioè gli effetti dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.

Il vecchio nazionalismo riprende il sopravvento : sembra come il veleno delle zie vecchiette del film “Arsenico e vecchi merletti” che avvelenano gli inquilini di casa portandoli alla morte. Fine dell’euro e dell’Unione europea.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Economia, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...