Genny ‘a Carogna

No, Genny ‘a Carogna no. Oggi Genny ‘a Carogna e domani chi altro di peggio? Riccardo Tagliagola? Graziano U’ Porcu o Guglielmo La Bestia?

Bisogna cominciare ad alzare il tiro della critica su un fenomeno come quello del calcio che in Italia non è più soltanto uno sport ma un tassello di una partita di potere più generale.

Potere politico, di legittimazione sociale ed economico. Lo sport è bello, appassionante, ma il calcio ha assunto una dimensione più ampia che travalica il puro fatto sportivo.
Come mai i camorristi si infiltrano nelle tifoserie per impossessarsi del comando? Perché le masse tifose napoletane si fanno dominare e comandare a bacchetta da Genny ‘a Carogna?

E’ chiaro che i gruppi criminali, così come le destre naziste, e in misura residuale l’estrema sinistra, giocano dentro le curve una partita anti-sistema, per la delegittimazione delle istituzioni repubblicane, democratiche e costituzionali. Oltre a lucrare economicamente, vogliono, sfruttando disagio e ribellismo, una massa di manovra contro l’avamposto delle istituzioni repubblicane : le forze di polizia. L’attacco è costante, violento, denigratorio, fisico e morale.

I gruppi criminali ed estremisti come topi roditori agiscono scientemente per trasformare i tifosi in una massa alienata dalle istituzioni democratiche e civili, ridotta a plebaglia e marmaglia, vociante e violenta, infeudata a disgustosi capi bastone. Lavorano per fomentare scontri e conculcare valori anti-costituzionali, destrutturando i fondamenti di una società civile che è alla base di una Repubblica democratica. Chi difende la società civile? Filippo Raciti o Genny ‘a Carogna?

Perché il primo ministro Renzi, e altre personalità del mondo economico e isitituzionale presenti alla partita, non hanno abbandonato lo stadio nel momento in cui lo svolgimento di Fiorentina Napoli è stato condizionato dall’assenso dell’ultras Genny ‘a Carogna, già colpito da Daspo? Ai gruppi criminali non si concede terreno e legittimazione. Con mafia, camorra e ‘ndrangheta non si transige. Sono nemici della società civile, della libertà e della Repubblica democratica e costituzionale e si schiacciano. Sarebbe auspicabile che su questo terreno vi sia un fronte il più unitario e largo possibile in parlamento, di tutte le forze democratiche, per adottare i provvedimenti necessari al momento.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...