Sodoma e Pierre Lèvy

Sòdoma venne distrutta insieme a Gomorra da Dio dopo aver costatato i gravi mali commessi dai loro abitanti. La storia viene raccontata nei capitoli XVIII e XIX della Genesi (Bibbia).

Pierre Lévy nel suo libro “L’intelligenza collettiva” riprende questi passi per evidenziare come la città si sarebbe potuta salvare se gli angeli, inviati da Dio per accertare le loro colpe, avessero trovato almeno dieci giusti tra la popolazione. Invece Sodoma ne aveva soltanto uno, Lot.

Che cosa determina, secondo il racconto biblico, la giustizia di un uomo? La sua capacità di accogliere l’Altro. Quando gli emissari di Dio si presentano come stranieri alle porte della città incontrano Lot che si prostra ai loro piedi ospitandoli nella sua casa, offrendo loro cibo e ricovero. Tuttavia, il resto degli abitanti, appena saputo degli stranieri, cerca di farli uscire con la forza dall’abitazione in cui sono ospiti per abusarne. Lot, tuttavia, respinge questi assalti contrapponendosi da solo al volere popolare. A questo punto, Lot viene protetto e portato via dagli angeli mentre Sodoma e Gomorra vengono distrutte.

Il mondo, commenta Pierre Lévy, si è salvato perché “ci sono sempre stati dei giusti in numero sufficiente”. Le città rischiano di bruciare nelle fiamme della discordia, della guerra, della violenza e dell’esclusione ma le pratiche di ospitalità, aiuto, apertura, cura e riconoscenza sono più forti delle tendenze distruttive.
Dare ospitalità anche allo straniero, sottolinea #Lévy, significa garantire la connessione dell’individuo alla più ampia collettività umana. “Grazie all’ospitalità, colui che è separato, diverso, straniero, viene accolto, integrato, compreso in una comunità”.

Il giusto include, “inserisce”, ricuce il tessuto sociale. Perciò, non è il mezzo a stabilire la connessione tra gli uomini, ma gli uomini stessi che si assumono il rischio, anche essendo disposti a pagare il prezzo di essere minoranza, davanti a chi vuole escludere, di assicurare l’inclusione.

La tentazione del #male è però sempre più forte del #bene. Il male è più visibile, più notiziabile, tanto che Dio è informato ampiamente sulle colpe dei sodomiti ma non dell’attività dei giusti che deve andare a verificare sul campo. Sembra essere cambiato poco da 2000 anni a questa parte.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Antropologia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...