Internet democratico, Internet autoritario

#Internet globale è a rischio disunione. Il contraccolpo dello scandalo Nsa potrebbe essere una divisione di Internet in tanti piccoli ciberspazi nazionali. Il pericolo di una frammentazione del #web è stato denunciato da Eric Schmidt, Ceo di Google e Jared Cohen, ex funzionario del Dipartimento di Stato Usa nel recente libro “Una nuova era digitale”.

Max Fisher sul Washington Post rincara la dose sottolineando come la pressione di Stati come la Cina e l’Iran che si adoperano per il controllo della discussione e contro la libera circolazione di idee e notizie online, potrebbe creare una frattura storica tra un Internet libero e un Internet autoritario. In questo scenario, il Grande Firewall cinese, un sistema di blocco e di sorveglianza capillare del web, potrebbe rappresentare l’inizio di un graduale processo di separazione.

Gli stati autoritari tendono anche ad essere sempre più frequentemente fonti di cibercrimine e cyber-spionaggio, cosa che potrebbe contribuire ad accelerare la divisione con i paesi democratici.

In Germania Deutsche Telekom ha proposto di mettere al sicuro il traffico Internet mantenendo i dati soltanto attraverso connessioni e router nazionali. Per proteggere la privacy gli europei stanno discutendo una normativa più stretta del cloud computing, creando un circuito libero e protetto europeo separato da quello statunitense.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica, Tecnologia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...