Doppiezza italiana

Paolo #Guzzanti ammonisce Barbara #Spinelli a non trasformare la storia d’Italia in un Romanzo criminale. E ha ragione perché la coppia legalità/illegalità non è l’unico criterio di interpretrazione della realtà e di giudizio della vita di uomini e donne. Alcuni tendono invece ad esaurire la valutazione dentro questo schema restituendo una visione parziale, a volte parzialissima, del reale.

Restando però al tema illegalità/legalità ed esaminandolo nella situazione italiana bisogna chiedersi : dove si colloca questo problema? Solo a livello della politica, delle sue strutture e del suo agire, o non è qualcosa che riguarda l’intera società italiana, il suo modo di essere e di pensare? Giampaolo Pansa, nel 1987, ha posto molto chiaramente la questione di come ad un certo punto non solo nella politica ma nella società italiana i confini tra lecito e illecito tendono a scomparire. Detto in altri termini e in modo più brutale : l’illegalità non è soltanto politica ma sociale.

Il caso Berlusconi, che ha impostato il suo rapporto con l’elettorato in modo diretto senza la mediazione partitica, avvalora questa idea. Per comprendere questo fenomeno, che è l’oggetto specifico di indagine dell’articolo di Barbara Spinelli, possiamo far ricorso al concetto di rappresentatività. Nella rappresentanza politica c’è una corrispondenza (somiglianza) tra il rappresentante e il rappresentato. Berlusconi persiste perché la sua candidatura è fortemente rappresentativa di un ampio fronte sociale. Perciò qui la questione dell’illegalità slitta dall’ambito politico all’ambito sociale. Il tema del rapporto legalità/illegalità travalica il dato politico e si trasforma in un dato sociale. L’esempio di Berlusconi è emblematico e fornisce una evidenza meglio di altri casi, riferibili anche a diversi schieramenti politici.

Barbara Spinelli citando Vladimiro #Zagrebelsky dice : si è consegnato interamente alla magistratura la risoluzione del problema legalità/illegalità perché la politica è latitante. Qui, nel circuito della #politica è l’anello mancante, la chiave per risolvere la questione.
Per me invece bisogna ridislocare il tema a livello della #società . Qui c’è lo snodo fondamentale, qui la chiave di volta, qui occorre rivolgersi per operare. Non si tratta di “criminalizzare”, di ridurre ad un fatto criminale la realtà sociale ma di individuare il luogo, il file dove sono custoditi i codici.

Di nuovo sulla doppiezza e la vita dissociata : Perché si accetta una cosa in via di principio, in via normativa e teorica, ma nella prassi si fa esattamente l’opposto? Noi agiamo non in modo conforme a ciò che noi stessi accettiamo dovrebbe essere ma in modo difforme e dissociato. Qui c’è una doppiezza italiana che deve essere affrontata.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...