Archivi del mese: agosto 2013

Sovranità e separazione dei poteri

“….E perdonare fu sempre più nobile, se pur più raro, che trarre vendetta.
Essi sono pentiti, ed io non voglio spingere il castigo più in là d’un semplice aggrottar di ciglia”.

“La tempesta” William Shakespeare

Separazione dei poteri

Giuliano #Ferrara sostiene che il problema della decadenza di Silvio #Berlusconi dalla carica di senatore della #Repubblica è di natura politica. In Italia, secondo l’analisi di diversi commentatori, sarebbe in atto da tempo un’alterazione dell’equilibrio che poggia sulla separazione dei poteri con il potenziamento eccessivo e “sbilanciante” della funzione esercitata dalla Magistratura.
Estromettere il Cavaliere dal Parlamento significherebbe accettare questo stato di cose e la “logica di prepotere che il giudiziario ha ostinatamente voluto affermare in questi vent’anni”.

Per Montesquieu, al principio della divisione dei poteri, ispirato al regime costituzionale inglese, si deve rispetto in quanto per suo tramite una costituzione porta ad attuazione la libertà politica stabilendo un equilibrio di organi e funzioni dove gli eccessi di un potere vengono bilanciati dalla naturale resistenza degli altri poteri. E’ proprio a questa “resistenza” che sembrano richiamarsi i fautori di Silvio Berlusconi invitandolo a non cedere alla dismisura di potere della #Magistratura.
Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica