Archivi del mese: gennaio 2013

Campagna globale contro lo spreco di cibo

Piccole e semplici gesti di consumatori e venditori possono contribuire a ridurre drasticamente cibo sprecato o perso nel mondo ogni anno, una quantità abnorme pari a 1,3 miliardi di tonnellate.

E’ il tema della campagna globale “Think.Eat.Save. Reduce Your Foodprint” promossa il 22 gennaio da Unep e Fao a sostegno dell’iniziativa di Save Food che punta a migliorare l’efficienza e l’impatto ambientale lungo tutta la filiera alimentare.
Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Ambiente

170 miliardi di tweet archiviati dalla Biblioteca del Congresso Usa

La Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ha accumulato nei suoi archivi oltre 170 miliardi di tweet accanto ai milioni di altri documenti, libri e testi conservati e catalogati. Lo rivela il responsabile della comunicazione Gayle Osterberg in un post pubblicato sul blog ufficiale della LOC (Library of Congress).

Due anni fa era stato concluso un accordo con Twitter per avere accesso e avviare le procedure di conservazione di ogni tweet del social network a partire dal 2006, anno della sua comparsa sul web, fino al 2010. Si era poi convenuto che la biblioteca dovesse ricevere in maniera continuativa tutto il flusso prodotto per la gestione corrente. La quantità di dati da processare e amministrare è impressionante.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Tecnologia

Più oggetti che persone connessi ad Internet

Negli Stati Uniti ci sono più oggetti che persone connessi ad Internet. Secondo un rapporto di Connected Intelligence sono 425 milioni i dispositivi collegati in rete nelle abitazioni americani mentre il numero della popolazione residente nel territorio statunitense attualmente è pari a 315 milioni, stando ai dati ufficiali dell’Ufficio del censimento Usa.

Computer da tavolo e notebook costituiscono la componente primaria rispetto al totale dei device ma la tendenza è quella di una riduzione della loro rilevanza. In base ai risultati della ricerca “Connected Home”, condotta su un campione di 4.000 consumatori adulti nel corso dell’ultimo trimestre 2012, si riscontra una forte ascesa della quota parte di console di gioco, lettori Blue ray, televisori in alta definizione (HTDV) e tutta la gamma di connected tv. Anche le forti vendite realizzate di smartphone e tablet contribuiscono a determinare il ridimensionamento del peso dei computer tradizionali ridisegnando un contesto domestico in cui la connettività non è esclusiva ma si allarga a largo raggio ad una ampia serie di nuovi dispositivi.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Tecnologia