Controllare l’inquinamento dell’aria via smartphone

Gli scienziati della University of California di San Diego hanno creato CitiSense, un tipo di sensore portatile in grado di monitorare la qualità dell’aria e comunicare in tempo reale i dati rilevati al proprio smartphone o pc.

Il sistema potrebbe essere particolarmente utile per le persone che soffrendo di malattie croniche, come l’asma, hanno bisogno di evitare l’esposizione agli inquinanti.

I dati dai sensori possono servire non solo a chi li porta con sé ma essere anche utilizzati nell’area in cui vengono impiegati i dispositivi fornendo informazioni ad un pubblico più ampio. Con CitiSense si è in grado di controllare il livello di ozono, biossido di azoto e monossido di carbonio, ossia gli inquinanti più comuni emessi da automobili e camion.

L’interfaccia utente visualizza quanto registrato dal sensore su uno smartphone che traduce la qualità dell’aria in un codice a colori, dal verde (buona) al viola (pericoloso), simile a quello usato dall’Agenzia per l’ambiente USA EPA.

I ricercatori hanno testato il sistema per quattro settimane di seguito su 30 utenti, compresi pendolari, e hanno presentato i risultati di queste prove sul campo alla Wireless Health Conference di San Diego.

I sensori collegati a dispositivi mobili hanno dimostrato di essere un valido strumento per comprendere il fenomeno dell’inquinamento. Spesso molti credono che l’aria è inquinata in modo uguale e uniforme ma non è così perché di solito l’inquinamento resta concentrato in punti particolari lungo le strade principali o presso gli incroci.

Le persone che fanno il massimo per ridurre le emissioni, usando la bicicletta o prendendo l’autobus, sono risultate le persone che hanno sperimentato i più alti livelli di esposizione agli inquinanti.

I ricercatori hanno anche notato che gli utenti tendono a condividere le informazioni raccolte con la famiglia, gli amici e i colleghi, ma anche con estranei.

I ricercatori sperano di ottenere una sovvenzione da parte del National Institutes of Health per il monitoraggio della qualità dell’aria per i bambini in età scolare asmatici in quella zona e per determinare che cosa si può fare per limitare la loro esposizione agli inquinanti.

L’obiettivo finale di CitiSense è quello di costruire e implementare una rete wireless di centinaia di piccoli sensori ambientali utilizzati dall’utenza in grado di trasmettere i dati rilevati attraverso telefoni cellulari e verso computer centrali, dove saranno analizzati, mantenendo l’anonimato e consegnati a privati, agenzie di salute pubblica per essere utili alla comunità in generale. I sensori attualmente costano 1.000 dollari per unità, ma potrebbero facilmente essere prodotti in serie ad un prezzo accessibile. Finora, il team di Griswold ha costruito e distribuito 20 di loro in campo.

CitiSense ha ricevuto un finanziamento di 1,5 milioni di dollari dalla National Science Foundation.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Ambiente, Tecnologia

2 risposte a “Controllare l’inquinamento dell’aria via smartphone

  1. Ecco come risolvere i problemi di monitoraggio: con le nuove tecnologie. Quando tutti potremo disporre di un sensore collegato al nostro smartphone, che ci dice in tempo reale quale è la concentrazione di monossido di carbonio o di ozono, hai voglia di dire che l’aria è pulita!! Basta menzogne.

  2. A maggior ragione in una città di mare. E già, perché una cosa che molti non sanno è che l’inquinamento navale sta superando quello da fonti terrestri. È per questo motivo che bisogna pretendere dal Parlamento europeo una normativa più severa, anche firmando questa petizione:
    http://www.avaaz.org/it/petition/Stop_allinquinamento_provocato_dai_fumi_delle_navi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...