Secessione online negli Stati Uniti

Per ogni Stato degli Usa c’è un gruppo di cittadini che chiede la secessione dal governo centrale con una petizione online inserita sulla piattaforma “We the People”, presente nel sito della Casa Bianca.

Ultima in ordine di tempo la richiesta formulata da Arthur G. il 13 novembre per ottenere il diritto alla scissione territoriale del Vermont.

L’ondata di opinione secessionista, spia di una divisione che cova nella società americana, si è scatenata il giorno dopo la rielezione del presidente Obama. Ad invocare il distacco dagli Usa è stata per prima la Louisiana, Stato in cui Romney ha fatto il pieno di grandi elettori nella recente competizione presidenziale, e in poco tempo la petizione promossa da Michael E. ha riscosso un notevole successo fino a raggiungere il numero di 25.000 sottoscrittori. Secondo il regolamento di “We the People” quando questa soglia è stata raggiunta entro 30 giorni, l’amministrazione promette di prendere in esame la richiesta per una risposta ufficiale. Anche per la secessione di Texas, Florida, Georgia, Alabama, Tennessee e Carolina del Nord le firme sono state raccolte a migliaia.

In alcuni casi le petizioni richiamano il testo della Dichiarazione d’Indipendenza del 1776 per rivendicare il diritto dei popoli a separarsi e a creare nuove istituzioni.

Tra gli appelli alla secessione che hanno ricevuto maggior consenso c’è quello del Texas con oltre 100.000 firme nel quale si giustifica la necessità di questo atto politico denunciando presunti abusi e negligenze del governo federale contro i cittadini di uno Stato con il bilancio in pareggio che rappresenta la quindicesima economia mondiale.

Le petizioni di stampo separatista sono state pubblicizzate da alcuni siti conservatori, incluso quello del Tea Party, ma il governatore del Texas Rick Perry, membro del partito repubblicano in passato non molto chiaro su questo punto, ha dichiarato di credere “nella grandezza dell’Unione e nulla deve essere fatto per cambiarla”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...