Internet’s new billion

Ci vorranno solo cinque anni per il raddoppio degli utenti Internet nel mercato BRICI.

Brasile, Russia, India, Cina e Indonesia passeranno entro il 2015 da 610 milioni ad 1 miliardo e 200 milioni di web users secondo quanto previsto dallo studio “The Internet’s New Billion” a cura degli analisti di The Boston Consulting Group.

Un balzo in avanti poderoso per paesi che rappresentano circa il 45% della popolazione mondiale e il 15% del Prodotto interno lordo globale, considerati motori della crescita e fattori di impulso di importanti trasformazioni del mercato digitale internazionale.

Mercato che in quest’area ha il suo maggiore potenziale di sviluppo soprattutto nelle fasce giovanili, costituenti la stragrande maggioranza della popolazione online, che vedono grado a grado aumentare i loro mezzi di consumo e dunque la possibilità di realizzare attraverso la piattaforma Internet capacità di espressione, comunicazione e divertimento.

Attualmente il numero degli utenti BRICI collegati in rete, il 60% dei quali hanno meno di 35 anni, è tre volte superiore a quello di Stati Uniti e Giappone messi insieme ma il tasso di penetrazione è di gran lunga inferiore : 20% rispetto al 70-74%.

Altre differenze e peculiarità riguardano le modalità di accesso al web. I personal computer sono molto meno diffusi dei device mobili e hanno una funzione neanche lontanamente paragonabile a quella svolta dagli Internet café e dal segmento mobile.

Negli Usa e nel Giappone il tasso di penetrazione dei pc raggiunge il 90% mentre in Brasile e in Russia è attorno al 32%. Indonesia e India invece si attestano su una percentuale del 5%. Allo stato ,nel mercato BRICI si contano più o meno 440 milioni di pc destinati a sorpassare entro il 2015 la cifra di 920 milioni.

Per Brasile e Russia il documento di The Boston Consulting Group stima una crescita del mercato pc ma in Indonesia e in Cina l’accesso online si svilupperà maggiormente tramite gli Internet café. L’assidua frequentazione delle cosiddette LAN (local area network) houses – Internet café che mettono a disposizione della clientela 10-20 pc ad un costo abbordabile – è un interessante fenomeno che riguarda in special modo i giovani dei ceti meno abbienti brasiliani, la parte più ricca essendo ormai “always on”.

Passando al mercato mobile, nell’area BRICI ci sono 1,8 miliardi di contratti SIM a fronte di 394 milioni sottoscritti in Usa e Giappone. La Russia guida la classifica con un tasso di penetrazione del 141% (più di una carta SIM per utente) seguita dal Brasile con una percentuale dell’86%; Giappone e Stati Uniti hanno entrambi una percentuale del 90%.

In India negli ultimi tre anni c’è stato un incremento notevole della connessione mobile per via della drastica diminuzione delle tariffe. In alcuni casi il comportamento dei consumatori non segue pedissequamente quello dei mercati sviluppati. In Indonesia molti utenti saltano direttamente a Internet mobile senza aver mai posseduto pc e linea fissa. In Russia il 12% dei proprietari di cellulare si collega in rete con il proprio telefonino. Tendenze che diventano con facilità abitudini dominanti ancorché condizionate da disponibilità e affidabilità di hardware e rete.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...