Archivi del mese: novembre 2010

Quando crolla lo Stato

Studi sull’Italia pre-unitaria a cura di Paolo Macry. Esigenza dopo il 1989 di ripensare alla modalità di funzionamento e di formazione degli Stati, intesi come apparati di comando e come comunità politiche e culturali. L’ipotesi è che per ragionare di simili tesi il momento del crollo sia una finestra analitica importante e finora sottovalutata.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia

La nazione del Risorgimento

Il libro di Alberto M. Banti si chiede “cos’erano la nazione e la patria per gli uomini e le donne del Risorgimento”. Che cosa designavano queste parole in nome delle quali, nella prima metà dell’Ottocento, molte persone decisero di agire, e di agire pericolosamente rischiando l’esilio, la prigione e la vita?

E’ una indagine empirica sul concetto di patria e di nazione come concepito e vissuto nel corso degli anni prima dell’unificazione italiana.

Si cita l’articolo di Gian Rinaldo Carli su “Il Caffé”, Erasmo Leso, Vincenzo Cuoco e Eleonora de Fonseca Pimentel i quali parlavano di “nazione napoletana”. Filippo Buonarroti considerava gli italiani tutti fratelli.

Lascia un commento

Archiviato in Storia

Governo tecnico

Sarebbe illegittimo un governo tecnico in sostituzione del premier Silvio Berlusconi? Il dato da cui si deve partire è la crisi politica della leadership di Berlusconi. Nei fatti il Cavaliere ha dilapidato il capitale politico ricevuto in dote dall’elettorato.

La crisi mondiale in corso ha messo in discussione le fondamenta del suo “credo” politico basato su una concezione sui generis del neoliberismo. Il processo storico ha squagliato una visione secondo cui la società “da sola”, lasciata a se stessa è in grado di risolvere le proprie difficoltà.
Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Politica

Vincolo politico

Il Pd è in crisi e va messo in soffitta. Con che dovremmo sostituirlo? Con Vendola. Guardiamo ad altri paesi. A volte si fa riferimento a Tony Blair. Il leader britannico è tramontato ma è rimasto il Labour Party che ha espresso una nuova guida dopo un dibattito politico dai toni accessi e intensi.

Negli Stati Uniti? Clinton è passato, il partito democratico è rimasto riuscendo a far emergere un personaggio come Barak Obama. In Italia, siccome non si discute di politica, non si entra mai nel merito delle questioni, tutto si riduce alla chiacchiera sui leader a cui dovremmo demandare, a prescindere, la risoluzione dei nostri problemi.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Politica

Ecocidio

La Terra sta perdendo specie ad un ritmo che non ha precedenti nella storia umana. Siamo davanti ad una crisi paragonabile alle estinzioni di massa avvenute in passato.

Si può parlare di ecocidio, in quanto termine che identifica la portata e gli effetti di un disastro ecologico ed evolutivo provocato dall’uomo.

Date le prove della capacità distruttiva dell’essere umano si può ribattezzare la nostra specie Homo esophagus colossus : creatura dall’esofago ipertrofico in grado di divorare interi ecosistemi.

Lascia un commento

Archiviato in Scienza

Internet’s new billion

Ci vorranno solo cinque anni per il raddoppio degli utenti Internet nel mercato BRICI.

Brasile, Russia, India, Cina e Indonesia passeranno entro il 2015 da 610 milioni ad 1 miliardo e 200 milioni di web users secondo quanto previsto dallo studio “The Internet’s New Billion” a cura degli analisti di The Boston Consulting Group.

Un balzo in avanti poderoso per paesi che rappresentano circa il 45% della popolazione mondiale e il 15% del Prodotto interno lordo globale, considerati motori della crescita e fattori di impulso di importanti trasformazioni del mercato digitale internazionale.
Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Società