La vita come un romanzo russo

La vita come un romanzo russo è un libro che racconta i tormenti del non più giovane Emmanuel Carrère.

Lo scrittore, figlio di una celebre e stimata storica francese, Helene Carrère d’Encausse, si piazza al centro di una vicenda nella quale continua è l’oscillazione tra sentimenti contrastanti di felicità e infelicità, amore e odio, lealtà e tradimento, fiducia e sfiducia, accettazione e rifiuto.

E’ proprio questa convivenza di opposti, questa altalenante lotta tra stati ed umori “contrastanti” a rendere vivo il racconto e a rappresentare il motore dell’azione narrativa.

Nel mondo reale l’autore va incontro all’orrore del delitto, della follia, di passioni malate; s’imbatte in persone scontente e perdenti che hanno già fatto il pieno di dolore della vita. Nel taccuino dell’esperienza umana anche l’amore ed il sesso non riescono a dare consolazione, non servono per sfuggire al senso tragico e fatale dell’esistenza.

Una gabbia di sofferenza da cui l’universo interiore di Emmanuel tenta invano di liberarsi. Scrivere è soltanto un’operazione di controllo per evitare la disperazione della vita.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...