Anima della tecnica

L’espressione massima della tecnica sono le macchine che appaiono elemento distintivo dell’essere umano. “Piccole o grandi – afferma Edoardo Boncinelli in questo corto ma denso libretto – isolate o collegate tra di loro, le macchine hanno accompagnato la storia dell’umanità ed entrando progressivamente nella nostra quotidianità hanno radicalmente cambiato il paesaggio fuori di noi e in definitiva anche quello dentro di noi”.

Le macchine, che differenziano l’uomo dagli altri animali conferendogli un posto speciale sì da farne un universo a parte, sul piano generale collocano il collettivo umano in una posizione particolarmente attiva rispetto al mondo circostante. Si tratta di una attitudine trasformativa che – in competizione con un atteggiamento teoretico e speculativo, presente nella storia e che, se prevalente, avrebbe condotto l’uomo a ritirarsi in se stesso, a limitarsi a contemplare la realtà e ad adattarvisi – ha conquistato sempre più terreno fino a compenetrare il vivere sociale.

Viene così sancito, ad un certo punto dell’evoluzione dell’uomo, l’accesso “nell’età della tecnica, intendendo per tecnica l’insieme delle macchine – che implica la loro invenzione e la loro produzione, la comprensione del loro funzionamento e il suo controllo – dei loro riflessi sull’organizzazione e l’evoluzione della società”.

Un cambiamento profondo che agisce e influenza il nostro modo di intendere e vedere le cose, gli esseri viventi “e più recentemente noi stessi”, in quanto corpo e anima.

Due fattori assumono nei più recenti sviluppi una capitale importanza : l’ingresso delle macchine nel campo della salute e il diffondersi della miniaturizzazione tecnologica. Secondo il giudizio di Boncinelli la tutela e il miglioramento della salute costituiscono “uno dei capitoli fondamentali dell’impresa tecnico-scientifica contemporanea” mentre la ricerca sulle nanotecnologie apre scenari intriganti.

Nanosonde o nanorobot, navicelle viaggianti di qualche decina di nanometri, potrebbero spiare e contribuire a ricostruire ciò che di illecito e maligno succede nel corpo umano.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...