History of violence

Cronenberg ci dice che la violenza è dentro la nostra storia, è un male radicato nel passato. Il bene ritratto nel modello familiare ne è costitutivamente segnato. Perché non ce ne accorgiamo? Perché il male originario tenta di camuffarsi da bene attraverso la menzogna. Il male deve rendersi irriconoscibile, mascherarsi, nascondersi a se stesso e agli altri. La genesi della società, o comunità familiare, si basa su un processo, più o meno condiviso, di travestimento e di falsificazione della realtà. Stesso meccanismo evidenziato in The Village di Shyamalan. Ma se nel film del regista di origine indiana il bene che scappa dal male e che per preservarsi deve esercitare l’arte del mentire, si può salvare se continua ad essere se stesso come amore per quanto la menzogna lo attanagli, nella pellicola di Cronenberg il bene per quanto lo voglia, per quanto menta, per quanto lo neghi in radice, per quanto tenti di redimersi, non può allontanarsi dal male che gli è connaturato, coessenziale. In History of violence non c’è via di scampo. Il bene a questo punto sembra essere soltanto un momento del male. E il male siamo noi stessi che uccidendoci non facciamo che ricostituire la bugia della violenza maligna. Non possiamo separarci dal male anche pensando di spiantarlo, di sradicarlo, di sopprimerlo come passato; anche nella forma più estrema di rimedio non ce ne possiamo liberare. Per questo gli occhi disperati di Tom e di sua moglie sono colmi di pianto.
Forse possiamo aggrapparci all’incoscienza dei bambini come ad un’ancora di salvataggio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cinema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...